PAGINA 1

Riki nasce a Milano il 27 maggio 1940; all'alba degli anni Sessanta comincia a frequentare l'ambiente musicale milanese, inizia la sua attività artistica frequentando il locale Santa Tecla, tempio milanese della musica jazz, dove ha l'opportunità di conoscere altri personaggi che si affermeranno come protagonisti della canzone italiana quali Adriano Celentano, Giorgio Gaber, Enzo Jannacci, formando alcune precarie formazioni e facendosi notare da qualche discografico.

Nel 1964 esordisce su vinile: La tua vera personalità e Giovedì non mancare, non sono proprio due canzoni di notevole spessore, ma gli danno modo di farsi conoscere.

L'anno successivo comincia ad arrivare dall'Oltremanica il Beat. Riki rimane folgorato da Beatles, Rolling Stones e Animals. Di questi ultimi, infatti, riprende The House Of The Rising Sun che da noi diventa Non dite a mia madre, dal testo crudo e subito censurato, cambiato poi nel popolare La casa del sole, che nel frattempo venne incisa anche dai MarceIlos Ferial, i quali presentandola al Cantagiro '65 oscurarono, purtroppo, la versione di Riki. Sul retro compare una versione italiana di P.S. I Love You, dei Baronetti di Liverpool, in cui Riki risulta accompagnato dai Mods. Il gruppo non è altro che il nucleo da cui nasceranno i Camaleonti. Contemporaneamente incide l'ultimo singolo per la Columbia (Quella che cerchi e Mai finirà). Dotato di una forte personalità Riki assieme a Livio Macchia fonda il gruppo musicale I Camaleonti con i quali diffonde in Italia le versioni in italiano di brani del nascente movimento musicale inglese denominato beat, che egli stesso scopre e conosce attraverso frequenti viaggi in Inghilterra, spinto da una curiosità e un interesse per il nuovo che lo hanno sempre contraddistinto.
   
pagina successiva
   

BIOGRAFIA - PHOTOGALLERY - DISCOGRAFIA - COVER - PRESS - EVENTI - AUDIO - NEWSLETTER - CONTATTI
DESIGN BY: WEB MEDIA LAB